Navigation

160'000 sigarette nascoste in un'auto

tvsvizzera

Fermato alla dogana autostradale con l’Italia, un macedone ha ammesso un traffico di 160'000 sigarette

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 maggio 2015 - 19:51

Un contrabbando di sigarette è stato stroncato dalle guardie di confine grazie a una inchiesta della Sezione antifrode di Lugano. Da essa è emerso che un cittadino macedone ha importato illegalmente in Svizzera 800 stecche per un'evasione di tasse di circa 40'000 franchi.

Il sequestro è avvenuto a Chiasso-Brogeda la mattina del 15 marzo scorso. L'uomo, proveniente dalla Serbia, ha dichiarato 200 sigarette. Il controllo della vettura ha però fatto emergere 79 stecche nascoste in vani ricavati nel cruscotto.

L'inchiesta ha portato alla luce l'importazione illegale, in una cinquantina di viaggi in 3 anni, di 160'000 sigarette, che sono poi state vendute o regalate, come ha ammesso il cittadino macedone. L'uomo rischia una multa ingente e il pagamento di tasse eluse per 40'000 franchi.

Ingegnoso ma complicato da svuotare Guardie Confine

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.