Navigation

"Prima i nostri", le prime proposte vengono da Gobbi

tvsvizzera

Il consigliere di stato Norman Gobbi sulle misure urgenti proposte per dar seguito alla votazione su "Prima i nostri"

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2016 - 20:01

"Non è una fuga in avanti, si tratta piuttosto di utilizzare già oggi appieno i margini esistenti per il governo per dare seguito alla votazione popolare su ‘Prima i nostri' ". Norman Gobbi chiarisce i motivi che lo hanno indotto a sottoporre ai colleghi un piano di misure urgenti per applicare il principio della preferenza alla manodopera indigena. "Le proposte sono complementari al lavoro che sta svolgendo il Gran consiglio".

Quindi sarà comunque necessario tener conto anche del loro lavoro. "Credo si occuperanno soprattutto di modifiche legislative, nell'ottica di dar seguito alla modifica della costituzione cantonale". Secondo Gobbi però gli spazi per iniziare a fare qualcosa già esistono: "per esempio nei mandati esterni o nei mandati di prestazione".

E i suoi colleghi come l'hanno presa? "Positivamente. Magari dopo l'uscita di oggi un po' meno. Penso comunque sia importante dare un segnale alla popolazione".

-È importante dare un segnale alla popolazione- tipress

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.