Navigation

"La salute degli operai? Ci penso io"

Curiosa iniziativa davanti alla MES di Stabio. Un ex dipendente ha distribuito personalmente il latte che fino a poco tempo fa metteva a disposizione direttamente l'azienda

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 marzo 2015 - 08:55

La storia che vi raccontiamo è semplice e nel contempo curiosa. La direzione della MES, azienda attiva da 40 anni a Stabio e specializzata nella produzione di componenti elettrici per automobili, fino a poco tempo fa - prima della decisione della Banca Nazionale di rinunciare al tasso fisso franco-euro - distribuiva il latte ai propri operai che quotidianamente vengono a contatto con polveri, vapori o gas nocivi, come ad esempio la formaldeide. Un'usanza, occorre dirlo, soprattutto italiana che ha preso piede anche in Ticino. Perché il latte sarebbe un ottimo disintossicante.

Ora con il sopraggiungere della crisi, la MES ha interrotto la distribuzione gratuita di latte. Una "manovra" che permetterà alla MES di risparmiare circa 5mila franchi all'anno. Così un ex dipendente - Vincenzo Collura - soprattutto per provocare, ha deciso di fornire lui stesso il fabbisogno di latte per una settimana ai propri ex colleghi. Se lo può fare un privato cittadino - aggiunge Collura - penso che lo possa fare senza problemi un'azienda importante come la MES.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.