Navigation

"Indignati e amareggiati"

La copertina di Charlie Hebdo - con ritratto ancora una volta il profeta Maometto - ha suscitato reazioni negativa anche nella comunità islamica in Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 gennaio 2015 - 09:34

Un insulto. È stato definito così in buona parte del mondo islamico il nuovo numero di Charlie Hebdo con il profeta Maometto in copertina. Hanno reagito ufficialmente, tra gli altri, l'Iran e il Gran Mufti di Gerusalemme, mentre un tribunale turco ha deciso il blocco di alcuni siti internet. Ed è l'indignazione a prevalere anche nella comunità islamica nella nostra regione. Mattia Coste ha raccolto la reazione di Slaheddine Gasmi, presidente della Lega dei musulmani in Ticino.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?