Navigation

È morto Oliviero Bellinzani, lo scalatore con una gamba sola

Bellinzani era diventato un punto di riferimento anche per tanti disabil tvsvizzera

L'incidente sull'Adula ha coinvolto il noto scalatore luinese, frequentatore delle Alpi svizzere

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 agosto 2015 - 21:08

È Oliviero Bellinzani, conosciuto anche con il soprannome "l'uomo con le ali" perché dal 1977 scalava le montagne senza una gamba, l'alpinista italiano 59enne morto venerdì a causa di una caduta poco sotto la cima del Grauhorn, nel massiccio dell'Adula.

Già nella mattinata di sabato, a Luino, nell'alto Varesotto, borgo dove collaborava con l'associazione commercianti e dove frequentava il Club Alpino italiano, la notizia aveva fatto il giro di amici e conoscenti. L'annuncio ufficiale della morte è stato dato sul profilo Facebook dalla figlia Xania. "Oliviero, mio padre, ieri ci ha lasciati. Il vento lo ha preso con sé - ha scritto -. Il dolore è immenso come il vuoto che lascia alla sua famiglia e a tutta la comunità montanara".

Sono arrivati a centinaia i messaggi di cordoglio, anche da molti amici di scalata ticinesi che da anni seguono le imprese di questo sportivo che proprio alcuni mesi fa, dalle pagine del social network, piangeva la morte di un altro grande alpinista.

ATS/sdr

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.