Navigation

È morto Giovanni Reale

E' stato un grande interprete di Platone youtube

Il filosofo e professore emerito dell’Università Cattolica di Milano aveva 83 anni

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 ottobre 2014 - 16:51

Aveva reso meno romantica la visione platonica del mondo. Il filosofo italiano Giovanni Reale è morto mercoledì nella sua casa di Luino. Aveva 83 anni. Lo rende noto la casa editrice La Scuola, che aveva pubblicato il suo lavoro forse più noto, il manuale che ha accompagnato diverse generazioni di liceali, ossia "Il pensiero occidentale dalle origini ad oggi" scritto con Dario Antiseri, la cui prima edizione risale al 1983 e di cui è uscita lo scorso anno la nuova edizione rivista e ampliata 2013.

Familiare agli studenti italiani, che da sempre lo chiamano "Il Reale", è stato tradotto anche in russo, spagnolo, portoghese, kazako, ed è attualmente in corso di traduzione in lettone, cinese, urdu.

Proprio in questi giorni - informa la casa editrice - Reale stava correggendo le bozze di "Cento anni di Filosofia. Da Nietzsche ai nostri giorni": un'opera in due volumi che uscirà in libreria in gennaio. Anche in questo caso scritto insieme a Antiseri.

Professore emerito della Cattolica di Milano, aveva lasciato l'ateneo del Sacro Cuore, dove per molti anni ha occupato la cattedra di Filosofia antica, otto anni fa era passato alla nuova facoltà di Filosofia del San Raffaele di Milano, dove aveva creato il Centro Internazionale di Ricerche su Platone e sulle radici platoniche del pensiero e della civiltà occidentale.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato alla famiglia un messaggio di cordoglio per la scomparsa del professore.

ANSA/Red

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.