Puigdemont candidato unico Catalogna, elezione posticipata sine die

Il presidente del Parlamento catalano Roger Torrent ha annunciato di avere rinviato la seduta prevista martedì pomeriggio per la rielezione del presidente uscente in esilio Carles Puigdemont, dopo la diffida della corte costituzionale spagnola.


Torrent ha puntualizzato che l'ex leader auotesiliatosi in Belgio resta l'unico candidato valido a guidare la Catalogna e che "non ne sarà presentato un altro". Ha assicurato inoltre che Puigdemont mantiene "tutti i diritti" per ricevere l'investitura. Lunedì il leader indipendentista gli aveva infatti chiesto di tutelare la sua immunità parlamentare, per evitare di essere arrestato, qualora dovesse rientrare in Spagna.

Intanto, il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy ha ribadito che Puigdemont non può essere considerato un candidato e ha messo in guardia il Parlamento catalano dai rischi giudiziari di una sua investitura.

Parole chiave