Navigation

Genova, ma non solo

Contenuto esterno


Il crollo del ponte Morandi ha scosso l'Italia. La tragedia di Genova rivela un paese fragile, incapace di gestire le sue infrastrutture. I giornali pubblicano lunghe e inquietanti liste di strutture a rischio. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 agosto 2018 - 21:03
Francesca Luvini, Alessandra Maffioli, Claudio Moschin, Falò RSI

La trasmissione della Radiotelevisione svizzera Falò ne ha scelte alcune ed è andata a vedere in che condizioni sono, cercando di capire perché alcune sono aperte al traffico e perché altre sono chiuse e chi ha preso questi provvedimenti. 

A chi tocca la responsabilità della manutenzione? A chi fare le ispezioni? E cosa succede in realtà? Ne esce un quadro preoccupante che aggiunge sconforto al grande impatto emotivo di questi giorni. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.