Navigation

Ecco cosa dobbiamo aspettarci da questo 2018

L'augurio bellicoso di Kim Jong Un e il suo pulsante pronto per l'atomica, Elezioni di metà mandato negli USA che vengono già lette come un referendum su Trump. Ma anche Olimpiadi invernali in Corea e Mondiali di calcio in Russia. Ma sarà anche l'anno dell'Italia che dopo 5 anni e 3 governi frutto di rimpasto ritorna al voto. Ma tanto altro ancora.

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 gennaio 2018 - 07:58
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


L'augurio bellicoso di inizio anno dalla Corea del Nord, ma anche il nuovo ruolo degli Stati Uniti nell'era Trump non fanno altro che rendere sempre più incerto questo mondo. E la parola sicurezza per contro giunge dalla Russia che a marzo rieleggerà quasi certamente Putin e che in giugno e luglio ospiterà i Mondiali di calcio (con la Svizzera ma senza l'Italia...).

In Italia si tornerà al voto il 4 marzo prossimo, dopo 5 anni e 3 governi frutto di rimpasto ritorna al voto. E tra vecchi protagonisti (Berlusconi), vecchi movimenti (Lega) e il movimento di 5 stelle tutti sperano di assumere la guida del paese. Forse non il Pd sempre più diviso.

In Svizzera

L'appuntamento più caldo alle urne si terrà già in marzo, con il voto sull'esistenza del servizio pubblico nel campo della radiotelevisione.  mentre a Berna il prossimo anno si continuerà a discutere di riforme della previdenza, tassazione delle imprese e bisognerà anche decidere come procedere per l'acquisto del sistema di difesa aerea.

Ecologia

Il 2018 sarà l'anno da cui dipenderanno le sorti del mondo, con i governi che rivedono le emissioni di CO2 al vertice sul clima che si terrà a dicembre in Polonia. 

La fine e l'inizio...

Nel 2018  finirà l'era Castro a Cuba, ad aprile l'86enne Raul lascerà la presidenza mentre vivremo con un nuovo "royal wedding" a maggio tra Megan Markle e l'ultimo scapolo reale, il principe Harry di Galles. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.