Navigation

Passeggiata italo-svizzera per Milano

di Claudio Moschin

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 maggio 2016 - 14:57

Prendi due architetti di qualità, uno svizzero che ha scelto di lavorare in Italia, e uno italiano che a sua volta ha scelto di lavorare in Svizzera. Li metti insieme ad un gruppo di curiosi e appassionati d'arte e d'architettura e per tutti organizzi una sorta di passeggiata per le vie di Milano.

Motivo, analizzare l'impatto globale del design sulla vita quotidiana della città, contemplare il suo volto più autentico e anche quello nuovo, per poi analizzare questi mutamenti urbani, fra vecchie case e nuovi grattacieli, monumenti storici e ardite architetture.

Questa originale "Passeggiata in città" è stato uno degli appuntamenti della Triennale di Milano edizione XXI, nell'ambito della partecipazione svizzera (intitolata "Cosmopolitan Switzerland") e del tema "La città e il futuro".

L'evento è stato quindi organizzato da Fondazione Svizzera per la cultura Pro Helvetia, in collaborazione con il Consolato generale di Svizzera a Milano e l'Istituto Svizzero. Così, in una bella giornata di sole, grazie anche alle scarpe comode e alla tanta curiosità dei partecipanti, un gruppo di appassionati ha scoperto con i due architetti un volto originale e inconsueto della città. Come racconta questo breve reportage di Claudio Moschin.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.