Navigation

Parigi messa a fuoco e fiamme

Lacrimogeni e bombe assordanti contro cubi di porfido e pezzi di asfalto lanciati dai manifestanti in piazza per protestare contro la riforma del lavoro del governo Hollande

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 aprile 2016 - 12:46

Nella notte a Parigi ci sono stati scontri tra polizia e manifestanti. Moltissime persone presidiano - come in altre città - le piazze per protestare contro la riforma del lavoro promossa dal governo Hollande.

Gli scontri più violenti si sono verificati attorno a Place de la République: il bilancio è di 28 feriti e oltre 20 persone fermate.

Tutto è cominciato al termine del permesso accordato ai manifestanti di occupare la piazza, concessione che scadeva a mezzanotte. Per opporsi allo sgombero, circa 150 dimostranti hanno cominciato a lanciare oggetti contro i poliziotti, che hanno risposto con lacrimogeni e bombe assordanti.

Gli scontri si sono così spostati nelle strade vicine, dove sono stati commessi diversi atti di vandalismo e danneggiamenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.