Navigation

Panjshir in mani talebane

Contenuto esterno

Sono ripresi giovedì all'aeroporto di Kabul i voli charter verso l'estero. Oggi dall'aeroporto è decollato un velivolo – il primo da quando si sono ritirate le truppe USA – della Qatar Airways diretto a Doha.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 settembre 2021 - 21:46
tvsvizzera.it/mrj

Il governo talebano ha autorizzato il rientro in patria di circa 200 civili statunitensi e di altre nazionalità ancora bloccati in Afghanistan.

Talebani che negli scorsi giorni hanno riconquistato anche Panjshir, ultimo baluardo della resistenza e in cui ora le organizzazioni umanitarie denunciano un'emergenza sanitaria e sociale.

Contenuto esterno

Una regione che non era mai caduta in mano talebana e per la cui storia si apre ora un nuovo capitolo."Siamo molto felici di poter entrare in questo luogo. Grazie a Dio il paese è appacificato. È una grande vittoria per noi, che abbiamo atteso per anni. È una grande vittoria e siamo felici. Rispettiamo moltissimo l’avversario e permetteremo a tutti coloro che lo vorranno di ritornare”, ha esultato il comandante talebano Mawlawi Mohammed Ibrahim.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.