Navigation

Nella morsa dei debiti

Precetti esecutivi possono arrivare all'improvviso. © Keystone / Gaetan Bally

Migliaia di persone versano in gravi difficoltà finanziarie anche in Svizzera. Un fenomeno forse sottostimato che può colpire chiunque a seguito di eventi improvvisi e imprevedibili. L'approfondimento di Falò.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 dicembre 2021 - 15:00
Oscar Acciari e Marco Dalla Fiore, Falò (RSI)

Sono subissati da una valanga di debiti, ma non sono i cosiddetti “pufatt seriali”. Ogni giorno si confrontano con precetti esecutivi e attestati carenza beni.  Tra le cause spesso vi è il divorzio, un prestito oneroso o la perdita del posto di lavoro.

Di fronte a un cambiamento di vita, sovente queste persone non sono capaci di rivedere il loro tenore di vita e, soprattutto, tardano a chiedere aiuto a un ente che dia loro supporto nella gestione delle spese.

In Ticino negli ultimi anni sono stati effettuati 100'000 pignoramenti all’anno, tra beni e salari. Purtroppo, però non si sa quante siano le persone sovraindebitate, anche se si stima che siano diverse migliaia.

Falò è riuscito a raccogliere la testimonianza di alcuni di loro che, a volto scoperto, hanno infranto un tabù: quello di parlare della propria storia di indebitamento, caratterizzata da scelte sbagliate, errori e momenti di fragilità personale.  

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?