Nave Gregoretti Il Senato dice sì al processo a Matteo Salvini

L'ex ministro dell'interno Matteo Salvini potrà essere eventualmente processato per l'ipotesi di sequestro di persona nel caso della nave Gregoretti, che aveva a bordo 131 migranti. Il Senato ha dato il via libera mercoledì.

salvini

"Non sono preoccupato", sostiene Matteo Salvini.

Lapresse

Con 76 voti favorevoli, 152 contrari e nessun astenuto, l'Aula ha respinto l'ordine del giorno presentato da Forza Italia e Fratelli d'Italia che chiedevano di negare l'autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro dell'Interno, richiesta dal tribunale dei ministri. La Lega non ha partecipato al voto, uscendo dall'Aula.

Il 20 gennaio scorso la Giunta delle immunità aveva accettato di togliere l'immunità a Matteo Salvini, grazie proprio ai voti dei senatori della Lega, che pensavano probabilmente di sfruttare il ritiro in vista delle elezioni regionali in Emilia-Romagna.

All'ex ministro dell'Interno il Tribunale dei ministri contesta l'ipotesi di sequestro di persona per i 131 migranti, rimasti per 4 giorni sulla nave militare prima dello sbarco ad Augusta il 31 luglio 2019.

La scheda sulla vicenda Gregoretti della RSI:


"Lo sapevo. Sono assolutamente tranquillo e orgoglioso di quello che ho fatto. E lo rifarò appena tornato al governo. Come è stato difendersi in Senato? Surreale. Ho giurato sulla Costituzione, che prevede che difendere la patria è dovere di ogni cittadino. Io ho difeso l'Italia", ha commentato Salvini. "Io ho difeso l'Italia, essere processato per questo...ma piena e totale fiducia nella magistratura".

"Mi sembra che la stessa procura di Catania ha detto che il reato non esiste. Non vedo grossi problemi. Non sono minimamente preoccupato", ha poi aggiunto.

Il commento del corrispondente della RSI a Roma Lorenzo Buccella:


 

Parole chiave