Navigation

Migliora la qualità dell'aria a sud delle Alpi

Il rapporto 2013 evidenzia però valori di ozono ancora superiori ai limiti di legge

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2014 - 22:30

Dal 1998 le polveri fini non hanno fatto che diminuire in Ticino e da quando vengono monitorate le concentrazioni di ozono, vale a dire dalla fine degli anni, non si riscontrano dati migliori di quelli odierni (anche se tuttora superiori ai limiti previsti dall'Ordinanza federale contro l'inquinamento) . È quanto comunicato dal Dipartimento del territorio che ha illustrato il rapporto aggiornato sulla qualità dell'aria nel cantone italofono. Alcuni obiettivi restano però ancora lontani e per questo motivo è stata rilanciata la campagna in favore dei trasporti pubblici nel periodo estivo attraverso l'abbonamento generale Arcobaleno a metà prezzo, la Ticino discovery card, il sovvenzionamento della benzina alchilata, la campagna Liberalauto e altre analoghe iniziative.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.