Lunedì da campioni Non c'è confine alla passione per l'hockey

Porta di hockey su ghiaccio vista da dietro; portiere accovacciato mentre attaccante si allontana

Daniela in allenamento a Chiasso.

RSI-SWI

Per l'hockey su ghiaccio, macina centinaia di chilometri. Daniela Casiraghi, diciottenne di Barzio in provincia di Lecco, si allena con i ragazzi dell'HC Chiasso, appena oltre la frontiera con la Svizzera, e gioca nelle Girls dell'Hockey Club Ambrì Piotta, appena prima del San Gottardo. Il QuotidianoLink esterno della RSI le ha dedicato una puntata di 'Lunedì da campioni'.

La distanza non è nulla, di fronte all'aver realizzato un sogno cullato a lungo: giocare in porta. Inoltre, viaggiare non le è mai dispiaciuto, e mentre sua madre Cristina è alla guida lei sfrutta il tempo per studiare (e conseguire la maturità) oppure riposare.

Daniela Casiraghi ha cominciato, come tante, dal pattinaggio artistico. Passata all'hockey, ha giocato nel Como fino a quando il club lariano ha ritirato la squadra femminile e le è stato proposto di varcare la frontiera.

Sul ghiaccio, nulla scalfisce la determinazione di Daniela. Ma c'è una piccola cosa che non ha ancora avuto il coraggio di fare: cambiare quel casco che un giorno comprò perché era l'unico della sua taglia.

Parole chiave