Navigation

Lara Gut in campo contro il femminicidio

Lara Gut keystone

La campionessa di sci ticinese parteciperà alla serata evento in programma mercoledì al palazzo dell'ONU a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2014 - 10:21

Tra le illustri partecipanti all'evento "Ferite a morte" di Serena Dandini, che si terrà nel Palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra il 26 marzo, figura anche la campionessa ticinese di sci alpino Lara Gut, fresca vincitrice della medaglia di bronzo nella disciplina regina della discesa libera alle Olimpiadi di Sochi.

La giovane atleta luganese, già impegnata nelle campagne per la lotta all'Aids e a favore di associazioni come Amnesty International, si è detta onorata "quando il progetto Wounded to Death mi ha chiesto di partecipare alla serata di Ginevra, perché poter parlare in difesa e in sostegno delle donne è una cosa fondamentale nel mondo attuale".

Lara Gut è una delle sciatrici di maggior talento del panorama internazionale e ha già ha vinto, oltre al bronzo olimpico, anche tre argenti ai Mondiali e vanta 10 vittorie e 18 podi in Coppa del Mondo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.