Navigation

Campione d'Italia, arriva il commissario

Il comune di Campione d'Italia, dopo le dimissioni del sindaco Roberto Salmoiraghi e di quattro consiglieri comunali, ora è retto da un commissario. Lunedì Roma ha infatti nominato Giorgio Zanzi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2018 - 15:42
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Zanzi è stato prefetto di Varese fino alle fine dello scorso febbraio. Nato nel 1953, si è laureato in giurisprudenza a Milano. Si insedierà alla guida dell'amministrazione comunale nel corso della giornata.

"Il casinò non è nel mio raggio d'azione"

La situazione a Campione d'Italia è problematica "ma la mia prima mossa sarà quella di conoscere al meglio la situazione in modo da avere poi gli elementi per poter poi prendere le decisioni del caso". Così Giorgio Zanzi, il nuovo commissario prefettizio per Campione d’Italia.

L’ex prefetto di Varese, in pensione da febbraio, ha spiegato come intende affrontare la delicata situazione del comune, con i cittadini che sperano sempre in una riapertura (anche temporanea) della casa da gioco. "Il mio incarico è limitato all’amministrazione comunale", ha spiegato Zanzi, "ma il Casinò, che è ovviamente una risorsa della comunità locale ed è evidentemente una struttura fondamentale per la vita del comune di Campione" al momento è fuori dal suo "raggio d’azione".

"Poi nel tempo", ha detto l’ex prefetto, "dovendo rappresentare il Comune di Campione, vedremo cosa fare per risolvere" una situazione che a suo avviso presenta appunto "profili di grande problematicità" in merito al settore del lavoro e dei dipendenti del casinò in particolare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.