Navigation

L'acqua di Marte

Analisi di una scoperta scientifica che, secondo alcuni, è anche strategia di marketing

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 settembre 2015 - 20:58

A 24 ore dalla scoperta di acqua allo stato liquido su Marte, ci si interroga sulla reale entità di questa notizia. La Nasa è infatti al centro di un braccio di ferro con il governo americano che vorrebbe ridurre il budget dell'agenzia spaziale. E proprio per questo, secondo alcuni, dietro l'annuncio si celerebbe una precisa strategia di marketing più che una vera scoperta.

Tra gli addetti al settore, il portavoce dell'Osservatorio astronomico dell'Università di Ginevra Pierre Bratschi, dichiara: "in realtà si tratta di una mezza scoperta. Lo si sapeva già, ora abbiamo la conferma della presenza di acqua impregnata di sale sulla superficie che si scioglie quando fa caldo e si congela quando fa freddo."

Eppure ieri al momento della conferenza stampa della Nasa i toni erano altri. Continua Bratschi: "La Nasa è come tutte le grandi agenzie, ha bisogno di soldi per sviluppare i suoi programmi e l'annuncio di ieri giunge proprio nel momento in cui si sta discutendo il budget dell'agenzia che rischia di essere ridotto. Aver dunque un impatto sul grande pubblico aiuta per ottenere piu finanziamenti".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.