Navigation

Il coronavirus divide amori alla frontiera

Da ormai oltre due settimane, diverse persone si intrattengono ogni giorno da una parte e dall'altra della divisione metallica al confine tra la città svizzera di Kreuzlingen e la tedesca Costanza. Tra di esse, molte coppie protagoniste di amori transfrontalieri ormai quasi proibiti in tempi di epidemia di Covid-19.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2020 - 10:40
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 05.04.2020)
In quest'area alberata la barriera è bassa e consente di "rubare" un abbraccio (lo scatto è del 26 marzo). Keystone / Felix Kästle


Se non si è sposati, non si passa la frontiera. "È permesso solo incontrarsi sul confine, è un po' come ai tempi della DDR", aveva commentato all'agenzia tedesca Dpa un impiegato di Überlingen, in Germania, che ha la fidanzata in Svizzera. Ogni cinque giorni, entrambi fanno lunghi viaggi per abbracciarsi attraverso un punto accessibile della rete. 

L'area tra i due Paesi, che ospita infrastrutture per il tempo libero, è di solito liberamente accessibile e transitabile da pedoni e cliclisti, ma ora una separazione divide le coppiette. Su entrambi i lati del confine, la polizia sorveglia la situazione facendo in modo che non si riuniscano troppe persone.

Così appare il confine nel mezzo del parco. Lungo la barriera si danno appuntamento anche amici e familiari. Keystone / Ronald Wittek

Le coppie non sono le sole, a ritrovarsi qui per vedersi e parlarsi: ci sono anche semplici amici o altri familiari. La Radiotelevisione svizzera vi ha trovato ad esempio dei genitori residenti in Germania separati dalla figlia e dal genero che vivono nella Confederazione. 

E mentre qualcuno riceve, a distanza di sicurezza, gli auguri di buon compleanno, qualcun altro pensa alla propria cerimonia di nozze che si sarebbe dovuta tenere proprio in questi giorni.

Contenuto esterno
Contenuto esterno
Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.