Navigation

Italiani un po' più tristi nel 2014, lo dicono i tweet

'Voices from the Blogs' ha analizzato 40 milioni di tweet degli ultimi 12 mesi keystone

'Voices from the Blogs' ha analizzato 40 milioni di post; picchi d'entusiasmo per il calcio e per Cristoforetti nello spazio; tra le cause di malumore, anche l'ora legale

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2015 - 10:30

Stando a quanto gli italiani hanno twittato nel corso dell'anno, il 2014 è stato un anno un po' più triste del precendente: 'iHappy' –l'indice calcolato dall'osservatorio 'Voices from the Blogs'- è sceso dal 60,4% del 2013 al 58,6% nel 2014. Significa che i post felici, sul totale dei messaggi che esprimono uno stato d'animo felice/infelice, sono stati nel 2014 poco meno di 6 su 10.

'Voices from the Blogs', spin-off dell'Università degli Studi di Milano, ha analizzato con le sue avanzate metodologie statistiche oltre 40 milioni di tweet pubblicati negli ultimi 12 mesi.

Ne emerso che i giorni più felici sono stati il 1° gennaio, col suo ottimismo e i buoni propositi (iHappy: 75,1%), il 1° giugno, data della presentazione della lista degli 'azzurri' per i Mondiali di calcio, e il 29 settembre, giorno in cui furono divulgate due fotografie: l'abbraccio tra due Papi, e quello tra i Clinton e la nipote Charlotte.

Se giugno è risultato il mese più felice dell'anno, il buonumore ha faticato ad apparire con continuità dal piovoso luglio in poi, con un iHappy che, da ottobre, scende a una media di poco più del 50%.

È proprio nella seconda parte dell'anno che i tweet analizzati rivelano un umore peggiore: il 22 ottobre, in coincidenza con l'attacco terroristico al Parlamento canadese, il 31 ottobre, giorno dell'assoluzione degli imputati per la morte di Stefano Cucchi e il 23 agosto, quando nel Mediterraneo affonda un barcone con a bordo oltre 200 migranti diretti verso l'Italia.

Fin qui le medie quotidiane.

I 'picchi di felicità' sono stati raggiunti invece a Pasqua, nel giorno dello scudetto della Juventus, con l'unica vittoria dell'Italia ai Mondiali di calcio (contro l'Inghilterra) e la partenza di Samantha Cristoforetti per lo spazio. Picchi di 'infelicità' sono stati registrati nel giorno dell'introduzione dell'ora legale, il 30 dicembre (quando ci si è resi conto della reale gravità dell'incendio del traghetto italiano in Grecia) e in coincidenza di altri eventi di cronaca estera: l'invasione dell'Ucraina da parte dell'esercito russo, la morte di quattro bambini a Gaza che giocavano in spiaggia, le quattro decapitazioni commesse dai jahadisti in Egitto

L'intera ricerca effettuata da 'Voices from the blogs' è consultabile al seguente indirizzo:

http://voicesfromtheblogs.com/2015/01/02/ihappy-2014-la-felicita-italiana-parte-col-botto-ma-il-finale-e-triste/Link esterno

scarc/voicesfromtheblogs

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.