Navigation

Infantino, tra Italia e Svizzera

Il presidente della FIFA si "confessa" ai nostri microfoni, parlando della sua infanzia ma anche di Blatter e Platini

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2016 - 20:12

Incontro straordinario con il presidente FIFA Gianni Infantino. Per anni lo abbiamo visto agli sorteggi soprattutto della Champions League e degli Europei di calcio. Nell'intervista che vi presentiamo, Infantino parla un po' a tutto campo. Dalla sua infanzia da italiano in Svizzera fino al suo arrivo alla testa del calcio mondiale. Non mancheranno domande sul suo predecessore Sepp Blatter come del suo patron alla UEFA, Michel Platini. E ci parlerà anche di arbitri, di moviola in campo e dei mondiali futuri a 48 squadre.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.