Navigation

In Austria il cancelliere Kurz, in difficoltà, non si dimette

Contenuto esterno

Il governo austriaco di popolari e Verdi è sempre più in bilico dopo l'inchiesta della procura anti-corruzione che ha travolto il cancelliere Sebastian Kurz su presunte irregolarità nel finanziamento con fondi pubblici di alcuni sondaggi favorevoli al suo partito. I Verdi, che si confronteranno in giornata con gli altri partiti, devono ancora sciogliere le riserve in merito al voto di sfiducia in programma martedì. Il loro voto sarà infatti decisivo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2021 - 15:23
tvsvizzera.it/fra

"Le accuse sono false, ma proprio perché sono false mi danno la forza per difendermi e per andare avanti", ha annunciato il 35enne leader dell'Oevp prima di salire alla Hofburg ed incontrare il presidente Alexander Van der Bellen, che in questa situazione vuole vederci chiaro. Purtroppo per Kurz però gli ecologisti alleati al governo hanno preso seccamente le distanze, mettendo in discussione la "capacità d'azione" del cancelliere.

 "La Oevp è chiamata a trovare una persone irreprensibile che possa ricoprire questo ruolo". Lo ha detto la capogruppo dei Verdi Sigrid Maurer.


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.