Navigation

iLondinium #1: Amico bio

Titolare e chef di un ristorante vegano, Pasquale Amico cucina a Londra i prodotti biologici della azienda agricola (campana) di famiglia

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 ottobre 2014 - 17:44

Nella Londra multietnica del palato esistono migliaia di ristoranti, per ogni gusto e piacere: dalla Haute cuisine ai gastropub. Sapori che si contaminano, stili e tendenze a confronto. Un'immensa cucina dove convivono ricette e tradizioni provenienti da ogni angolo del pianeta.

Il locale di Pasquale Amico rappresenta però una novità. È il primo ristorante italiano bio e vegano della capitale britannica: la maggior parte dei piatti proposti è totalmente priva di ingredienti di origine animale. Le altre pietanze in carta sono vegetariane (consentite uova, latte, panna o burro).

Amico è in realtà la storia di tre cugini campani: il primo dirige l'azienda agricola di famiglia, la quale rifornisce di prodotti bio sia Pasquale, a Londra, sia il terzo cugino, gestore di due ristoranti in Italia.

"Non c'è bisogno di essere vegetariani per consumare verdura e frutta", sottolinea lo chef londinese d'adozione, che ricorda come le abitudini alimentari degli italiani comprendano già molti contorni. Senza dimenticare la pasta e il riso, e il loro potere saziante.

Ma per quanto si consideri un ristoratore per tutti, a Pasquale Amico non dispiacerebbe qualche testimonial 'veggie': sogna di ospitare Stella McCartney, o meglio ancora papà Paul.

Intanto, racconta la sua storia al nostro collaboratore Lorenzo Amuso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.