Navigation

Frontalieri, le richieste dei sindacati a Roma

tvsvizzera

Il capo delegazione Ceriani spiega le novità dell'accordo in un incontro con i lavoratori a Malnate (VA)

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 aprile 2016 - 21:49

Detassazione del capitale pensionistico del ll pilastro, aumento della quota di esenzione fiscale (franchigia) e allungamento del termini per la messa a regime del nuovo sistema di tassazione dei frontalieri. Sono alcuni dei correttivi chiesti dai sindacati (Cgil, Cisl, Uil, Unia, Ocst) al capo della delegazione italiana Vieri Ceriani nei negoziati con Berna, intervenuto questa sera all'incontro organizzato a Malnate.

Ma per compensare l'atteso incremento di imposte, che sarà comunque limitato, occorre intervenire non solo a livello d'imposizione ma definendo uno statuto del frontaliere riconosciuto normativamente.

Per questo, è la novità più recente, è stato attivato un tavolo di lavoro presso il Ministero del lavoro che si occuperà della questione.

spal

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.