Navigation

Franco forte, conseguenze per industria e ristorazione

Mentre gli industriali ticinesi parlano di nuovi licenziamenti, il settore alberghiero e della ristorazione osserva una perdita del 30% e il 'turismo della forchetta'

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 maggio 2015 - 21:32

Da qualche mese, l'economia ticinese tutta e l'industria in particolare soffrono la forza della valuta elvetica. L'Associazione di categoria AITI parla di nuovi licenziamenti possibili e invita il Governo cantonale a fare di più (video sopra).

E in Ticino, i primi quattro mesi dell'anno sono stati disastrosi per il settore enogastronomico, che registra una perdita del 30%. A mettere in crisi il settore alberghiero e della ristorazione sono il franco forte e il turismo della forchetta oltre confine.

Errata corrige: nel servizio si fa riferimento a una "massa salariale di 330 mila franchi annui". La cifra corretta è di 330 milioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.