Navigation

Esercito svizzero, aumentano le reclute donne

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 15 gennaio 2018 - 11:11
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 15.01.2018)

L’esercito svizzero ha reclutato 250 donne nel 2017, il 35% in più rispetto al 2016 e quasi il doppio rispetto al 2015. Gli esperti interpretano le cifre come un’inversione di tendenza per le forze armate elvetiche, dove comunque la presenza femminile rimane la più bassa d’Europa. 

Con le crisi come quelle in Ucraina, l' interesse per la politica di sicurezza tra le donne sembra essere aumentato, ha spiegato il sociologo militare dell' ETH Tibor Szvircsev Tresch al giornale SonntagsBlick. Inoltre, l’esercitoLink esterno sta compiendo maggiori sforzi in questo senso, invitando ad esempio tutte le donne adulte a una giornata informativa. 

Circa la metà delle donne nell'esercito svizzero svolge una formazione come sottoufficiale o ufficiale. La maggior parte di loro fa parte delle truppe sanitarie o è attiva nell'ambito dell’istruzione militare.

Tuttavia, con lo 0,7% di donne, le forze armate elvetiche rimangono l’esercito con la presenza femminile più bassa d’Europa. In Germania raggiunge il 12%, in Svezia il 18%. 

Il ministro della difesa elvetico, Guy Parmelin, intende però intervenire. All’esame c’è anche la possibilità di estendere l’obbligatorietà di partecipazione alle giornate informative anche alle donne. I costi e le basi legali necessarie per una tale misura devono però ancora essere definiti. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.