Navigation

Esercito svizzero alla controffensiva "social"

L'esercito elvetico si sta per mobilitare… sui social network. Ha infatti deciso di lanciare i propri canali Twitter e Instagram. Missione: ringiovanire l’immagine delle forze armate, spesso considerata ingessata, e reagire ai video pubblicati in rete che mettono in ridicolo il servizio militare.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 gennaio 2017 - 14:11
tvsvizzera.it/ZZ con RSI (TG del 06.01.2017)
Contenuto esterno

Navigando sui social network non è raro incappare in foto o video pubblicati dai soldati dell’esercito svizzero in servizio. Spesso sono divertenti e, anche se poco lusinghieri nei confronti della divisa, raccolgono centinaia di migliaia di click. 

L’esercito sembra aver deciso di sfruttare questa potenzialità per rispolverare la sua immagine e avvicinarsi ad un pubblico giovane, lanciandosi sui social network a partire dalla metà di gennaio e aprendo, ad esempio, degli account Instagram e Twitter. Un’esperienza simile è già stata un successo in Germania, dove più di 100'000 persone seguono i vari canali dell’esercito.

“Vogliamo far vivere un’esperienza. Mostrando volti e raccontando storie accattivanti. Sappiamo che i giovani sono sempre più interessati a temi come la sicurezza. Se ci rivolgiamo direttamente a loro riusciremo a catturare la loro attenzione”, ha detto il portavoce delle forze armate elvetiche Daniel Riest che a sua volta si diverte guardando i video che circolano sul web girati dai militari.

“Onestamente questi video non mi danno fastidio più di tanto, anche se in linea di massima sarebbe vietato pubblicare immagini girate in servizio. In ogni caso, se i video non sono offensivi, razzisti o sessisti possiamo chiudere un occhio.”

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.