Forze aeree svizzere Nuovi caccia, niente test per il Gripen della Saab

Non essendo ancora operativo, il jet da combattimento prodotto dall'azienda svedese non parteciperà ai test di volo delle Forze aeree svizzere.


"L'Ufficio federale dell'armamento svizzero, armasuisse, ha formalmente raccomandato alla Saab di non partecipare con il Gripen E ai test di volo previsti in Svizzera", ha indicato giovedì l'azienda svedese in un comunicatoLink esterno.

Questi test – previsti dal 24 al 28 giugno all'aerodromo di Payerne – sono stati concepiti per valutare aerei già operativi nel 2019, prosegue la nota.

In una lettera inviata precedentemente alla Saab e riportata dal Tages-AnzeigerLink esterno, armasuisse aveva sottolineato che durante i test non sarebbero state accettate scuse e promesse nello stile di: "Ci dispiace, al momento questa o quest'altra applicazione non funziona ancora, ma quando il jet sarà consegnato risolveremo il problema". Se il fabbricante non è in grado di eseguire uno dei compiti previsti nei test, poiché il sistema tecnico non è ancora pronto, sarà immediatamente escluso dalla competizione, prosegue Armasuisse.

Questa esclusione potrebbe mettere definitivamente fuori gioco il Gripen E dalla procedura di selezione per l'acquisto dei nuovi aerei da combattimento, che dovrebbero essere impiegati dal 2025.

La Saab, invece, si dice dal canto suo fiduciosa: "Il programma Gripen E prosegue secondo i piani […] e siamo convinti che il nostro aereo sia la scelta migliore per la Svizzera; l'offerta presentata nel gennaio 2019 è ancora valida e ci impegniamo a consegnare almeno 40 caccia Gripen E in tempo, rispettando i requisiti e il budget previsto".

Aerei per un massimo di sei miliardi

Il 15 maggio scorso il Governo svizzero ha incaricatoLink esterno il Dipartimento della difesa di sottoporgli entro settembre di quest'anno un programma per l'acquisto di nuovi aerei da combattimento, per un importo massimo di sei miliardi di franchi.

Gli attuali caccia F/A-18 in dotazione alle Forze aeree dovrebbero raggiungere la fine del loro periodo di utilizzazione nel 2030.

Oltre al Gripen E della Saab, che però sembra ormai essere fuori corsa, i jet valutati dall'esercito sono l'Eurofighter (Airbus), l'F/A-18 Super Hornet (Boeing), l'F-35A (Lockheed-Martin) e il Rafale (Dassault).

Nel 2014 il popolo svizzero aveva respinto in votazioneLink esterno l'acquisto di 22 Gripen per complessivi 3,1 miliardi di franchi.

Fine della finestrella

Parole chiave