Fiere dell'orologeria Cinque grandi marchi lasciano Baselworld

Altri cinque marchi storici voltano le spalle al Salone internazionale dell'orologeria e della gioielleria Baselworld: Rolex, Patek Philippe, Chanel, Chopard e Tudor hanno intenzione di organizzare un proprio evento. Per la fiera basilese si tratta di pesanti abbandoni, che si aggiungono a quello di Swatch lo scorso anno e mettono in forse l'esistenza stessa della manifestazione dopo la sospensione dovuta al coronavirus.

Parete verde retroilluminata con vetrine nelle quali sono esposti orologi da polso; davanti, uomini con valige trolley

Uno dei marchi in partenza è Rolex (nell'immagine d'archivio, lo stand del produttore svizzero a Baselworld 2019).

© Keystone / Georgios Kefalas

A indispettire i cinque produttori sono stati il rinvio del SaloneLink esterno a gennaio 2021 e altre decisioni prese dalla direzione di Baselworld senza consultare gli espositori. Le aziende, martedì in una notaLink esterno, precisavano inoltre che la fiera -inizialmente prevista dal 30 aprile al 5 maggio- non ha rispettato alcune attese.

Il nuovo evento dovrebbe tenersi ad aprile 2021 al Pelexpo di Ginevra, sotto l'egida della Fondation de la Haute Horlogerie e con la partecipazione di altri marchi oltre ai cinque citati. La fiera si rivolgerà in particolare ai commercianti di orologi, i media e la clientela VIP.

Baselworld era già in crisi. Oltre a Swatch, aveva perso negli ultimi mesi la partecipazione di Raymond Weil e Corum. Più in generale, il numero di espositori ha fatto registrare un netto calo dall'edizione 2017.


Nell'annullare l'edizione 2020 a causa della pandemia di coronavirus, gli organizzatori avevano annunciato misure "eccezionali" a favore degli espositori, impegnandosi a "trasferire l'85% degli importi fatturati nel 2020 alla prossima edizione" (tenendo un 15% per coprire, solo in parte, le spese già sostenute) o in alternativa rimborsare in contanti il 30% e trasferire all'edizione 2021 il 40% (trattenendo il 30%).

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

Ma quello che il direttore dell'evento Michel Loris-Melikoff ha definitoLink esterno un significativo sforzo finanziario per tornare presto alla normalità, non sembra aver trovato il consenso dei grandi marchi.

Gli organizzatori di Baselworld hanno fatto sapere che decideranno del futuro della fiera nelle prossime settimane.

Parole chiave