Ferite a morte propaganda di sinistra? La risposta di RSI

tvsvizzera

L'attacco da un portale vicino alla Lega dei ticinesi

Il Mattino online, portale di informazione che fa riferimento alla Lega dei ticinesi, ha oggi attaccato il nostro sitoLink esterno, e quindi la Radiotelevisione svizzera (RSI) per la scelta di trasmettere lo streaming della serata-evento di Ferite a Morte. Serata che ha la "colpa", per il portale, di annoverare tra le ospiti due suoi bersagli abituali: l'ex ministra Cécile Kyenge, e la deputata socialista Ada Marra, che –sempre secondo il portale- interverrebbero "senza contradditorio"

Rsi ha risposto con un comunicato precisando di aver accolto l'invito a curare la ripresa di questo evento e a diffonderlo sul web, ritenendo il femminicidio un argomento importante.

L'evento, in cui numerose donne note al grande pubblico danno voce a un immaginario racconto postumo delle vittime di femminicidio, s'impernia su una serie di monologhi. A leggerli sono state chiamate dalla produzione dello spettacolo personalità femminili di primissimo piano: oltre a quelle menzionate dal Mattinonline, anche Lara Gut, Carla Del Ponte, Maria Grazia Cucinotta ed altre.

Nel comunicato, RSI si chiede anche come si possa invocare il contradditorio su un fenomeno tanto drammatico ed unanimemente disprezzabile.

Parole chiave