Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Esposizione a Roma Il Sahara di Peter Häberlin

Tra il 1949 e il 1952 il fotografo svizzero Peter Werner Häberlin percorse le antiche vie carovaniere tra Algeria, Mali, Burkina Faso, Niger, Nigeria, Ciad e Camerun. Un viaggio che poi confluì nel volume fotografico intitolato Yallah. Una selezione delle sue immagini è ora esposta al Museo di Roma in TrastevereLink esterno.

Le fotografie di Häberlin suscitarono una grande eco nel mondo della fotografia. Una delle riviste statunitense più lette dell’epoca, “The New Yorker”, scrisse che il reportage era l’opera “di uno dei grandi fotografi del nostro tempo, capace di mostrare, come solo l’arte sa fare, ciò che altrimenti resterebbe celato”.

Una gloria che Peter Häberlin non poté mai gustare. Il fotografo era infatti deceduto nel 1953 in un tragico incidente con un’arma da fuoco, all’età di appena 41 anni.

Yallah fu portato a termine dal padre con l’aiuto dello scrittore americano Paul Bowles, autore del famoso romanzo Il tè nel deserto.

L’esposizione organizzata al Museo di Roma in Trastevere presenta, per la prima volta al pubblico italiano, una selezione di 76 fotografie di Häberlin. La mostra “si snoda lungo un itinerario interiore che ricalca il viaggio del fotografo svizzero”, si legge sul sito del museo. Ciascuna delle cinque sezioni dell’esposizione - «L’assoluto», «Il quotidiano», «Le geometrie», «La memoria»; «Gli sguardi» - è accompagnata da un brano tratto dalle lettere scritte da Häberlin alla moglie durante il suo viaggio.

La mostra – già presentata a Lugano – è nata da una collaborazione tra il Museo delle Culture di LuganoLink esterno e la Fotostiftung Schweiz di WinterthurLink esterno. È sostenuta dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) svizzero, tramite l’ambasciata di RomaLink esterno. Il DFAE intende così promuovere una riflessione sul tema delle migrazioni, “offrendo un ritratto originale e al tempo stesso rappresentativo di quelle regioni dell’Africa che sono oggi attraversate da trasformazioni profonde, che hanno anche un impatto decisivo sull’Europa”.

tvsvizzera.it/Daniele Mariani

Il servizio sull'esposizione della Radiotelevisione svizzera:

(1)

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.