Economia e coronavirus Assicurazione pandemia per le aziende? Per ora non se ne parla

negozio con un nastro con la scritta chiuso

Quanto è costata la pandemia all'economia? Una stima affidabile è ancora troppo prematura.

Keystone / Salvatore Di Nolfi

Il Dipartimento federale delle finanze (DFF) ha deciso di sospendere un progetto per un'eventuale assicurazione obbligatoria per le aziende contro le pandemie.

Creare un'assicurazione obbligatoria per le circa 600'000 aziende svizzere per coprire i rischi legati allo scoppio di eventuali altre pandemie: è il progetto elaborato da un gruppo di lavoro sotto la guida del DFF e inviato ai rappresentanti del mondo economico.

Il progetto non ha però convinto gli ambienti consultati e il DFF ha così deciso di sospenderlo.

Le aziende - scrive il DFF - "non hanno indicato chiaramente di volere un’assicurazione di questo tipo". Il principale problema consiste nell'obbligatorietà dell'assicurazione. Le imprese ritengono anche che i premi siano un'imposta supplementare.

L'assicurazione prevedeva che i premi degli assicurati sarebbero serviti per creare il capitale necessario a coprire eventuali danni. Fino alla creazione del capitale necessario, lo Stato avrebbe funto da garante.

Stato non può tirarsi indietro

In una presa di posizione, l'Associazione Svizzera d'Assicurazioni afferma di non comprendere la decisione del DFF di congelare il progetto, tanto più che l'Ufficio federale della protezione della popolazione ha giudicato che una pandemia comporta rischi elevati.

Gli assicuratori credono che la Confederazione debba quindi partecipare in prima persona nell'elaborazione di una rete di protezione contro simili eventi. Le pandemie superano le possibilità degli assicuratori: i danni si verificano dappertutto e contemporaneamente, impedendo ogni diversificazione del rischio.

tvsvizzera.it/mar/ats con RSI (TG dell'1.4.2021)

Parole chiave