Navigation

Ebola, tutte le speranze riposte in un vaccino

Migliorano le condizioni dello statunitense rimpatriato dalla Libera a cui è stato somministrato il siero

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 agosto 2014 - 22:15

Migliorano le condizioni del medico statunitense che nelle scorse settimane era stato infettato dal virus ebola in Liberia ed è stato successivamente rimpatriato. Il siero sperimentale messo a punto dai ricercatori di San Diego sta risultati positivi. Ma è ovviamente troppo presto per cantare vittoria. I primi test sull'uomo del vaccino, derivato dagli anticorpi prodotti nei topi, dovevano iniziare il prossimo anno e non vi sono certezze sulle quantità da somministrare nei pazienti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.