Asilo in Svizzera

L’accoglienza di persone perseguitate per motivi politici o religiosi è tra gli argomenti spesso evocati per illustrare la tradizione umanitaria della Svizzera. Negli ultimi anni la Confederazione ha offerto asilo a decine di migliaia di persone fuggite da conflitti in varie parti del mondo, tra cui i Balcani e il Medio Oriente.

In un’epoca di grandi flussi migratori la politica d’asilo suscita tuttavia reazioni contrastanti. Il netto aumento dei richiedenti l’asilo negli ultimi anni e le difficoltà nel gestire i rifugiati in Svizzera hanno riacceso un dibattito che divide politica e opinione pubblica.

Ultime notizie

Mostrare di più

Contenuto sull’argomento

Tra accoglienza e paura «Benvenuti in Svizzera»

Pagare 290'000 franchi pur di non accogliere dieci rifugiati? È la scelta fatta da un comune svizzero nel 2015. Un documentario ne narra la storia.

Ungheria verso plebiscito su rifugiati "Una colonizzazione della democrazia diretta"

L'elettorato ungherese il 2 ottobre può votare su una proposta del proprio governo riguardo alla ripartizione dei rifugiati in Europa. Ma i ...

Mostrare di più

Ulteriore contenuto sull’argomento

Il contenuto seguente elenca ulteriori informazioni sull’argomento

Asilo Vita da rifugiato

Speranze e paure in un centro per richiedenti l’asilo. Dietro al termine "rifugiato" si nasconde una moltitudine di storie, di stati d’animo, di ...