Dopo la paura Ritorna lentamente la calma a Bondo

La pioggia non ha provocato altre colate di fango o scoscendimenti in Val Bregaglia nella notte fra venerdì e sabato e la strada del Maloja ha potuto essere riaperta. I lavori di sgombero dovrebbero proseguire per qualche giorno.



Dopo la paura si sta riprendendo fiato a Bondo dove i temuti ulteriori scoscendimenti non si sono verificati nella notte tra venerdì e sabato. A mezzanotte la strada del Maloja, che i detriti avevano bloccato, è stata sgomberata e la Val Bregaglia è dunque nuovamente raggiungibile dall’Engadina. 

Sabato a mezzogiorno la strada per la Val Chiavenna era ancora bloccata, ricoperta in un punto da un metro di fango. 

I lavori dovrebbero proseguire per qualche giorno, se la meteorologia sarà clemente. Si spera che il freddo arrivi in fretta e aiuti a dare stabilità al materiale a monte scongiurando altre devastanti colate.  

Parole chiave