Poesia e canzone Sull'arca di Vinicius de Moraes

Il poeta e cantautore Vinicius de Moraes si racconta a uno dei giovani coristi nello studio della trasmissione.

Il poeta si racconta ai giovani spettatori/coristi della trasmissione 'L'Arca di Vinicius'.

RSI-SWI

Nel 1972, il poeta e cantante brasiliano Vinicius de Moraes pubblica il nuovo album 'L'arca' e la Televisione svizzera lo invita a presentarlo. Ne esce un esclusivo 'special' natalizio.

"Era una casa molto carina, senza soffitto, senza cucina": i piccoli telespettatori della tv svizzera conoscono già da tre anni la canzone interpretata da Sergio Endrigo.

Il quale però, dopo averla interpretata come sigla, presenta al pubblico l'autore del brano originale, "il mio grande amico e poeta" Vinicius.

È solo l'inizio di uno spettacolo 'all star': Toquinho, che accompagna gli ospiti con la chitarra, Marisa Sannia, che canta in studio la sua 'Il gatto', nonché i Ricchi e Poveri e Vittorio dei New Trolls, che intervengono in videoclip con 'L'Arca' e 'Le Api'.

Alcuni giovani coristi cantano insieme a Endrigo 'La casa' e 'Il pappagallo', ma soprattutto conversano con Vinicius de Moraes, che parla loro della vita e del 'mestiere' del musicista e del poeta.

'L'Arca di Vinicius de Moraes', di Marco Blaser e Joyce Pattacini, fu trasmesso dalla Televisione svizzera il 24 dicembre del 1972.

Parole chiave