Val Poschiavo Il Giardino dei ghiacciai si arricchisce di un sentiero da brividi

cascata

Nel Giardino dei ghiacciai si possono in particolare ammirare le cosiddette marmitte dei giganti.

Claudia Daguati / myswitzerland.com

Da una ventina d'anni, in Val Poschiavo si può ammirare un piccolo gioiello della geologia: il Giardino dei ghiacciai. Presto i visitatori potranno ammirare da vicino anche l'Orrido di Puntalta. Il cantiere per creare il nuovo sentiero è diventato un'attrazione turistica in sé.

Si chiamano marmitte dei giganti e si trovano a Cavaglia, in Val Poschiavo, a una ventina di chilometri dal confine italiano. Sono il risultato di un'erosione millenaria: massi e sabbia, spinti dall'acqua di disgelo del ghiacciaio del Palü, hanno scavato e levigato la roccia, creando queste curiose formazioni glaciali.

Da una ventina d'anni queste marmitte (ad oggi ne sono state disseppellite 21) sono collegate fra di loro da un percorso didattico, il Giardino dei ghiacciaiLink esterno.

Entro l'estate prossima, i visitatori potranno scoprire un altro piccolo gioiello frutto dell'erosione, l'Orrido di Puntalta. Grazie a un finanziamento partecipativo, che ha coinvolto centinaia di sostenitore in Svizzera e in Italia, l'Associazione Giardino dei ghiacciai Cavaglia è riuscita a raccogliere un milione di franchi per creare un nuovo sentiero.

I lavori sono iniziati in maggio e il cantiere stesso è diventato un'attrazione. "È un cantiere molto difficile - spiega Manuele Vecelio, responsabile dei lavori. Tutti i ponteggi sono stati installati in cordata. Non da ultimo, la comunicazione nella gola è difficile, la sera non riusciamo più a parlarci perché non abbiamo più voce".

tvsvizzera.it/mar con RSI (Il Quotidiano del 21.8.2020)

Parole chiave