Navigation

Uno strappo verso il successo

Il Lennon Bus, studio di registrazione mobile per giovani musicisti voluto da Yoko Ono, è di passaggio in Italia

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2014 - 18:04

Il più grande studio di registrazione multimediale e musicale è un camion blu di ventisei metri, perfettamente equipaggiato e con un rimorchio che ospita gli ingegneri di bordo. Sul fianco porta il ritratto stilizzato del leader dei Beatles. È il John Lennon Educational Bus e in questi giorni sta girando l'Italia, la prossima settimana sarà a Piacenza. È un'iniziativa no profit voluta e finanziata in gran parte dalla vedova del cantante, Yoko Ono, secondo la quale "questo progetto avrebbe reso John molto orgoglioso. È nato dall'amore di John e dai desideri dei bambini di tutto il mondo".

I giovani musicisti possono registrarsi per fare un'esperienza unica al sito del progetto europeo (http://europe.lennonbus.orgLink esterno) e trovarsi la mattina con altri perfetti sconosciuti per creare insieme un brano e registrarlo con un videoclip con l'aiuto di esperti ingegneri del suono, batterie, bassi, chitarre e sofisticati programmi di montaggio. Il prodotto che, nel giro di una giornata realizzano, viene pubblicato su youtube e gli autori mantengono la proprietà intellettuale.

Un progetto gemello gira gli Stati Uniti già dal 1997. Su quel bus hanno suonato negli anni personalità del mondo della musica e alcuni brani di sconosciuti sono arrivati anche ad una certa fama.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.