Navigation

Una vita tecnologicamente solidale

Nel bresciano una web radio si apre all'inclusività grazie all'idea di un giornalista che, partendo dall'obiettivo di fare nuove amicizie, fa conoscere la disabilità così come la vede e vive lui.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 gennaio 2023 - 08:00
Simone Della Ripa, RSI News
Contenuto esterno

SteRadioDJ, questo è il nome della web radio fondata da Stefano Pietta a Manerbio, borgo lombardo in provincia di Brescia, in grado non solo di trasmettere musica ma di essere un contenitore ricco di informazioni per la disabilità. Stefano racconta alla RSI di "condividere" la sua vita con una tetraparesi spastica che lo limita nei movimenti degli arti e lo fa vivere da sempre in carrozzina.

Questo non gli impedito di usare il computer fin da piccolo, di conseguire il diploma di tecnico della gestione aziendale, seguire corsi di webmaster e amministratore di reti locali fino a lavorare, ormai da anni, come  impiegato informatico. Nel tempo libero coltiva le sue passioni che sono il calcio - ha fatto anche l'allenatore in seconda per delel squadre del bresciano - ed in particolare la musica che lo ha fatto avvicinare al mondo delle web radio.

Il progetto è nato per fare nuove amicizie; Pietta ama trovare persone nuove con cui relazionarsi, poi è diventato anche un riferimento nel "mondo sociale" con il suo impegno, fino ad essere nominato giornalista ad honorem dall'Ordine dei Giornalisti lombardo aprendosi a collaborazioni con altri giornalisti ed intervistando personaggi famosi o emergenti.

"SteRadioDJ - dice Stefano - vuole portare nel mondo delle web radio e far conoscere, anche grazie alla App e ai canali social, persone che hanno fatto della disabilità una ragione di vita, e che con la loro diversità hanno realizzato imprese e raggiunto traguardi impensabili. Con il tempo andrò ad ampliare sempre di più gli spazi dedicati alle diversità, qualunque esse siano, che ruoteranno sempre attorno al filo conduttore della radio che è l’inclusione".

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?