Navigation

Una gelateria "stellata" per l'inclusione delle donne a Milano

Una nuova vita per le vittime di violenza a Milano grazie al gelato. RSI-SWI

Iniziativa della chef Viviana Varese in collaborazione con il centro antiviolenza Cadmi per ridare un futuro alle vittime di maltrattamenti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2022 - 22:48
tvsvizzera.it/spal

La celebre cuoca Viviana Varese ha inaugurato oggi, 8 marzo, una gelateria artigianale con pasticceria a Milano, all'interno del mercato comunale in Piazzale Lagosta. Ma "Io sono Viva, dolci e gelati non è solo un'attività commerciale, ma un progetto di inclusione che abbina cultura del cibo con l'impegno sociale.

La nota cuoca campana, titolare di Viva, il ristorante stellato all'ultimo piano di Eataly Smeraldo nel capoluogo lombardo, ha ricevuto proprio per questa iniziativa il riconoscimento internazionale "Champion of change" di World Best Restaurants nella categoria "eroi non celebrati" nel mondo della ristorazione.

Nella gelateria è attiva una squadra di sole donne formate in collaborazione con Cadmi, la casa di accoglienza delle donne maltrattate di Milano, primo centro antiviolenza aperto in Italia, che da 36 anni aiuta le vittime di violenza fisica, psicologica, sessuale, economica o di stalking.

Lo scopo di questo progetto è quello di ridare a queste donne dignità e indipendenza economica attraverso il lavoro ma anche di sostenere l'associazione a cui viene devoluto un euro per ogni chilo di gelato venduto.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?