La televisione svizzera per l’Italia

Una festa anche per la nascita dello Stato federale nel 1848?

Bandiere svizzere
Preparazione per la Giornata nazionale svizzera, il 1° agosto. © Keystone / Urs Flueeler

La Svizzera potrebbe presto avere una seconda festa nazionale, dopo il Primo agosto che ricorda il Patto del Grütli. La Camera bassa a Berna ha accettato una mozione a favore della celebrazione del 12 settembre, giorno in cui è stata adottata nel 1848 la prima Costituzione federale. Ma il Governo non è d'accordo.

Una mozione presentata dal parlamentare Heinz Siegenthaler in favore di una nuova festività elvetica è stata approvata giovedì con 94 voti favorevoli e 82 contrari in Consiglio Nazionale.

Con questa proposta il deputato del Centro intende celebrare le conquiste democratiche, fissate dopo la Guerra del Sonderbund nel primo testo costituzionale elvetico adottato il 12 settembre del 1848: la democrazia diretta, lo Stato di diritto, la separazione dei poteri e il federalismo.

“L’approvazione della prima Costituzione federale è un evento unico e, nella storia del nostro Paese, senza precedenti”, ha detto Siegenthaler, aggiungendo che è importante che questo giorno venga celebrato regolarmente e in un’occasione ufficiale.

Il Governo scettico

Il Governo, tuttavia, si è opposto all’atto parlamentare. La consigliera federale Elisabeth Baume-Schneider ha osservato che la Svizzera ha una sola festa nazionale, il 1° agosto, che secondo lei è ben consolidata e apprezzata dalla popolazione (il 1° agosto è diventato festa nazionale svizzera grazie a un’iniziativa popolare del 1993).

La responsabile del Dipartimento di giustizia e polizia ha sottolineato che quest’anno la Svizzera celebra il 175° anniversario della Costituzione federale e che sono previsti numerosi eventi. L’1-2 luglio, molti edifici governativi di Berna saranno aperti al pubblico, e questo è possibile, ha aggiunto, senza un ulteriore giorno festivo.

L’altra Camera, gli Stati, deve ancora pronunciarsi sulla decisione presa dal Consiglio Nazionale.

Attualità

carro armato

Altri sviluppi

Carri armati israeliani nel centro di Rafah

Questo contenuto è stato pubblicato al Malgrado le condanne giunte da tutto il mondo dopo l'attacco di domenica notte, nel quale sono morti decine di civili, l'esercito israeliano prosegue le operazioni nel sud della Striscia di Gaza.

Di più Carri armati israeliani nel centro di Rafah

Altri sviluppi

Un alunno su sei è in sovrappeso

Questo contenuto è stato pubblicato al Il sovrappeso e l'obesità rimangono una sfida per i bambini e gli adolescenti. Secondo un monitoraggio che si riferisce all'anno scolastico 2022/23, un alunno su sei ha problemi con la bilancia.

Di più Un alunno su sei è in sovrappeso

Altri sviluppi

Quasi un terzo degli svizzeri ha già litigato coi vicini, sondaggio

Questo contenuto è stato pubblicato al Secondo un sondaggio in Svizzera quasi un terzo della popolazione ha già vissuto liti con il vicinato. I motivi più comuni sono l'eccesso di rumori, problemi con la lavanderia, infrazioni delle regole sui posteggi e diatribe riguardanti la proprietà di terreni.

Di più Quasi un terzo degli svizzeri ha già litigato coi vicini, sondaggio
bandiere in un viale

Altri sviluppi

Le spie vanno espulse sistematicamente

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio degli Stati ha approvato lunedì una mozione che prevede di rafforzare i meccanismi di espulsione per gli agenti stranieri.

Di più Le spie vanno espulse sistematicamente
Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.

Altri sviluppi

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Di più Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR