Navigation

Un villaggio per la popolazione fuggita dalle bombe a Berna

Moduli prefabbricati per i profughi ucraini a Berna. © Keystone / Anthony Anex

Un villaggio costruito in tempo record alle porte di Berna per ospitare profughi e profughe provenienti dall'Ucraina.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 luglio 2022 - 21:13
tvsvizzera.it/spal con Keystone-ATS

Nella capitale ci si sta attrezzando per gestire la massa di sfollati provenienti dal teatro di guerra ucraino. Ultimamente il flusso è in diminuzione ma il protrarsi indefinito delle operazioni militari e l'approssimarsi dell'inverno fanno ritenere probabile una ripresa degli arrivi.

Finora sono quasi 57'000 i cittadini e le cittadine del paese esteuropeo che hanno ottenuto lo statuto S che consente loro di soggiornare e lavorare nella Confederazione. L'iniziativa adottata a Berna per far fronte all'emergenza presenta alcune peculiarità che potrebbero fare scuola in altri cantoni.

Contenuto esterno

Il villaggio, in cui potranno essere alloggiate fino a mille persone, è composto da moduli prefabbricati ed è dotato di cucine e bagni in comune.

Al suo interno viene garantito un servizio di assistenza medica e corsi scolastici per i minorenni. In prospettiva verrà anche assicurata l'assistenza psicologica dei profughi e delle profughe traumatizzati dall'esperienza che hanno vissuto.

Il progetto però è stato anche oggetto di critiche. La struttura non offre, secondo taluni, la necessaria privacy degli ospiti e la sua collocazione periferica non permette l'integrazione degli stessi.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?