Navigation

Un Natale dolce come il cioccolato

I resti del cioccolato messi a disposizione dei clienti. Keystone / Martial Trezzini

Che fare del cioccolato alla fine delle feste natalizie? I cioccolatieri svizzeri sanno perfettamente come riciclarlo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 gennaio 2022 - 14:15
tvsvizzera.it/spal

La Svizzera, si sa, è la patria degli orologi, del latte e del cioccolato. Durante le feste di fine anno negozi e supermercati ne sono pieni, di ogni tipo. Dai cioccolatini che decorano l'albero di Natale alle immancabili confezioni in scatola, per non parlare dei San Nicolao (o Babbo Natale, a seconda della collocazione geografica) commestibili.

Del resto è in questo periodo che i produttori riescono a conseguire il 25% del loro fatturato annuo.

Passate le feste è inevitabile che un certo stock sia rimasto invenduto. I supermercati rimettono negli scaffali i cioccolatini a prezzo ribassato ma i cioccolatieri adottano un'altra strategia.

Come spiega Yvan Loubet, direttore del laboratorio artigianale La Bonbonnière le rimanenze vengono offerte ai clienti a titolo di degustazione. In alternativa viene riutilizzato per decorazioni e creazioni da vetrina. Chi non si è mai fermato davanti alle ipnotizzanti fontane di cioccolato, capaci di circuire i più inflessibili adepti dell'alimentazione equilibrata e sana?

Nel servizio del Tg un'incursione nel dolce mondo del cioccolato nella Svizzera francese.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?