Navigation

Ultima edizione stampata per The Independent

Sarà disponibile soltanto online, a causa del forte calo delle vendite del cartaceo; è l'ultimo di una serie di giornali e quotidiani a buttarsi nel digitale

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2016 - 22:35

Quella di sabato, è stata l'ultima edizione stampata dello storico quotidiano britannico The Independent. Il giornale sarà d'ora in poi disponibile soltanto online: una decisione dettata dal forte calo delle vendite del formato carteceo, ma non solo.

L'Independent è l'ultimo esempio di una lunga serie di giornali e quotidiani che cercano di superare la crisi dell'editoria buttandosi nel digitale.

Stop Press, le rotative si fermano. Così, con questa copertina, l'Indepentent dà l'addio alle edicole. Da domani infatti il quotidiano liberal sarà la prima testata nazionale inglese a trasferirsi online, abbandonando le edizioni cartecee.

Una scelta di sopravvivenza: le vendite e i lettori globali diminuiscono, mentre i guadagni non sono più sufficienti a compensare il costante calo di ricavi e pubblicità [cfr. video].

"Il mondo è cambiato", ha detto il proprietario dell'Independent, "e anche i giornali devono farlo".

Da anni ormai gli analisti parlano della crisi della carta stampata, una crisi riconducibile in gran parte alla rivoluzione digitale nei media. Anche in Svizzera, uno dei paesi al mondo con il più alto numero di lettori di quotidiani, ci si sta orientando sempre di più verso gli abbonamenti online.

C'è però anche chi decide di tornare indietro. Il settimanale americano Newsweek ad esempio, dopo essere passato al digitale, ha deciso di ritornare alla sua veste cartacea.

Stando a uno studio americano, peraltro, il muro contro muro tra editoria cartacea e web verrà presto digerito e i due settori ricominceranno a crescere insieme.

In ogni caso, sembra davvero troppo presto per scrivere il necrologio della carta stampata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.