Navigation

Tre giorni di lutto nazionale in Algeria a causa degli incendi

L'Algeria ha decretato a partire da giovedì tre giorni di lutto nazionale a causa degli incendi che continuano a imperversare e che in quattro giorni sono costati la vita a una settantina di persone, tra cui 28 militari che stavano aiutando la popolazione di alcuni villaggi a fuggire. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 agosto 2021 - 20:57
Contenuto esterno

Questi roghi (di cui una settantina sono ancora attivi) sono di origine dolosa: le autorità non hanno dubbi a questo proposito. Quattro pitomani sono infatti già stati arrestati. 

ONG, comunità internazionale e diaspora algerina si sono intanto già attivati, con raccolte di cibo, acqua, medicinali e tanto altro per chi in questi incendi ha perso tutto. 

E continua a bruciare anche il nord-est della Siberia: quello che da settimane sta bruciando migliaia di ettari di foreste è stato definito il peggiore rogo della storia. le fiamme riguardano circa 400'000 ettari, un territorio pari a tutti gli altri incendi attivi nel mondo messi insieme.

Pure in Grecia 100'000 ettari di terreno sono stati distrutti nelle ultime due settimane. Complice anche la peggior canicola degli ultimi 30 anni, che potrebbe essere però giunta al termine. Su alcune delle regioni più colpite dagli incendi, come l'Isola di Evia, oggi sono infatti cadute le prime rinfrescanti piogge.

A causa dell'anticiclone Lucifero,  le temperature restano estremamente alte anche sulla penisola italiana, dove i vigili del fuoco ricevono ancora centinaia di richieste d'intervento, soprattutto nelle regioni meridionali come Sicilia e Calabria.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.