Navigation

Torna l'obbligo di mascherina nella Svizzera orientale

Keystone / Laurent Gillieron

Di fronte all'impennata di casi e, soprattutto, di ospedalizzazioni, i cantoni della Svizzera orientale corrono timidamente ai ripari.

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2021 - 22:14
tvsvizzera.it/MaMi con Keystone-ATS

A partire da domani, nei cantoni Turgovia, San Gallo, Appenzello interno ed esterno verrà esteso l'obbligo della mascherina a tutti i luoghi chiusi e alle manifestazioni in cui sono previsti degli assembramenti come i mercatini di Natale. 

Contenuto esterno

Ospedali pieni a Zurigo

La situazione peggiora in particolar modo nel canton Zurigo, dove i reparti di terapia intensiva sono attualmente saturi. All'ospedale universitario di Zurigo il grado di occupazione raggiunge ad esempio il 98%. "Ieri non c'erano più letti liberi nelle cure intense", ha detto ai microfoni di Radio SRF Peter Steiger, vicedirettore dell'Istituto di terapia intensiva all'ospedale universitario. "È stato davvero brutto", ha continuato Steiger. "Come tutti gli altri ospedali, eravamo completamente occupati. E non è stato possibile trasferire i pazienti in un altro nosocomio".

Attualmente sono 177 i pazienti Covid ricoverati in un ospedale del canton Zurigo. Il loro numero è più che raddoppiato in un mese. Secondo gli ultimi dati del Dipartimento cantonale della sanità , 42 pazienti sono in terapia intensiva e 24 necessitano di ventilazione polmonare. Il Dipartimento ha annunciato oggi 1543 nuovi casi di coronavirus nel cantone, compreso un caso sospetto della nuova variante Omicron che deve ancora essere confermato dal sequenziamento.

Omicron sbarca in Romandia

Nel frattempo, la variante Omicron  continua a diffondersi anche nel resto del Paese. Un terzo caso è stato segnalato oggi a Ginevra: il primo in Romandia. Mentre in Europa i casi sono oramai 59, in 11 Paesi. Le autorità sanitarie ripetono gli inviti alla "prudenza", per l'Organizzazione mondiale della sanità informazioni più precise sulla sua contagiosità saranno disponibili a giorni. Ecco le considerazioni del virologo Didier Trono. 

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?