Navigation

Scontri sulla Spianata delle Moschee, centinaia di feriti

Copyright 2021 The Associated Press. All Rights Reserved

E' di almeno 175 palestinesi e sei poliziotti israeliani feriti il bilancio provvisorio dei tafferugli scoppiati a Gerusalemme, i più violenti degli ultimi anni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 maggio 2021 - 13:52
tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG dell'8.5.2021)

Gli scontri sono avvenuti sulla Spianata delle Moschee - il Monte del Tempio per gli ebrei - dove si erano radunate decine di migliaia di fedeli per la preghiera dell'ultimo venerdì del Ramadan.

In un clima di tensione crescente si sono affrontati gruppi di manifestanti, dalle cui file sono spuntate armi da fuoco, e agenti che hanno fatto uso di granate assordanti e proiettili di gomma nei confronti dei manifestanti, che lanciavano pietre, bottiglie e altri oggetti in direzione delle forze dell'ordine.

Almeno una dozzina di arabi ha lamentato ferite al volto e quattro hanno riportato lesioni serie.

I disordini si sono estesi anche nel vicino quartiere arabo di Sheikh Jarrah, dove le manifestazioni notturne quotidiane contro il possibile sgombero delle famiglie palestinesi a favore dei coloni israeliani, si perpetuano da settimane e sfociano spesso in scontri con la polizia.

Contenuto esterno

tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG dell'8.5.2021)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.