Navigation

Vacanze (al gelo) tra i pinguini

Turisti in una baia dell'Antartico Occidentale Copyright 2019 The Associated Press. All Rights Reserved

L'ultima moda dei vacanzieri sembra essere quella delle destinazioni estreme e tra queste figura indubbiamente il Polo Sud, il posto più freddo e ventoso della Terra.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 dicembre 2019 - 10:20
tvsvizzera/spal con RSI (TG del 22.12.2019)

Gli analisti prevedono che nel 2020 circa 78’000 turisti visiteranno l'Antartide, il 40% in più rispetto alla stagione precedente. Il continente coperto di ghiaccio è infatti meta di un nuovo tipo di ecoturismo. Un turismo che mira a scoprire le bellezze del paesaggio, incantevole nelle sue diverse sfumature di bianco e blu, ma anche le sue fragilità.

Contenuto esterno

Nonostante le buone intenzioni, le compagnie di viaggio e i turisti hanno però creato un paradosso: in media ogni turista produce infatti cinque tonnellate di emissioni di CO2 per raggiungere il Polo Sud. "Mi sento comunque un po' in colpa – dice una turista – perché ho preso un volo e sto viaggiando su una nave, anche se quest'ultima consuma meno di altre e a bordo non ci sono bottiglie di plastica. Lasciamo comunque un'impronta che non possiamo ignorare".

In compenso le navi accompagnano spesso anche i ricercatori. In questo modo i viaggiatori vengono direttamente coinvolti nella raccolta di campioni e dati di una regione del mondo di cui si sa ancora poco.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.