Svizzera-Italia Accordo sui frontalieri? Per ora non se ne parla


Prima della formazione di un nuovo governo in Italia, l'accordo tra Roma e Berna sui frontalieri non sarà ratificato. Lo ha confermato domenica il ministro degli esteri svizzero Ignazio Cassis.

L'intesa è stata raggiunta nel 2015, ma da allora è sempre in attesa di essere ratificata da Roma. E per il momento non vi sono segnali che lasciano presagire che la ratifica avverrà in tempi brevi.

"Salvo miracoli non vedremo una firma fino a dopo la formazione di un nuovo governo stabile in Italia", ha dichiarato ai microfoni della Radiotelevisione svizzera il consigliere federale Ignazio Cassis, in Ticino domenica in occasione del 50esimo anniversario di Special Olympics, il più grande movimento sportivo al mondo per persone con disabilità.

"Quando ho incontrato nel novembre scorso a Roma il ministro degli esteri mi è parso subito chiaro che o lo si faceva entro Natale o sarebbe slittato a dopo le elezioni", ha proseguito Cassis.

Vi è però anche il rischio che il lavoro fatto finora sia stato vano e che Roma faccia marcia indietro. "La speranza di non dovere rifare tutto da capo è l'ultima a morire, lasciamo che si formi l'Esecutivo, poi prenderemo contatto coi nuovi ministri", ha detto il ministro degli esteri. 

Parole chiave